I camminAttori

Riccardo Carnovalini, nato a La Spezia nel 1957, da quasi 30 anni fotografa il paesaggio italiano. Definito uno dei più grandi camminatori italiani.  Ha iniziato i suoi lunghi viaggi a piedi in Italia nel 1980: tutto l'Appennino, la risalita dei principali fiumi, tutte le Alpi e le Prealpi, 4.000 km camminando sulle coste da Trieste a Ventimiglia. Poi l'Europa da Trieste alla Danimarca, il Transalpedes da Vienna a Nizza, la Scandinavia per 3.500 chilometri, il Camminaitalia nel 1995 e poi Milano-Roma a basse quote. 

E' fotografo, presidente dell’Associazione CamminAmare ed è stato per oltre un decennio presidente dell'Associazione Sentiero Italia. Ha pubblicato alcune migliaia di foto su libri e riviste italiane e straniere. Suoi libri fotografici sono: Amate sponde, Guida editore, Napoli, 1986; Le Prealpi a piedi, editoriale Giorgio Mondadori, Milano, 1989; Paesaggi d’òc, edizioni Chambra d’òc, Saluzzo 2009.

 

Alberto Conte, nato a Milano nel 1964, si occupa da più di 10 anni della divulgazione del viaggio lento. Nel 2006 ha fondato itinerAria, azienda specializzata nella progettazione e nel rilievo GPS di reti di percorsi a piedi e in bicicletta, e nella consulenza nel settore della mobilità “dolce”.

Referente tecnico del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC) per la valorizzazione dell’itinerario pedonale della Via Francigena, lavora per i principali Enti Pubblici attivi nella valorizzazione degli itinerari culturali da percorrere con lentezza.

Con itinerAria ha organizzato nel 2008 il viaggio-evento CamminaFrancigena da Milano a Roma, in partnership con il MiBAC, e nel 2009 il CamminaFrancigena da Proceno a Roma in partnership con la Regione Lazio.

 

Andrea Zuin, nato a Treviso nel 1977, musicista e viaggiatore, ossia musicoviaggiante, gira il mondo per conoscere i popoli attraverso la loro musica. Creatore del progetto "Il Cammino della Musica" ha percorso nel 2007 più di 15.000 km dal Tango di Buenos Aires alla Musica caraibica di Caracas alla scoperta della varietà musicale latino americana e di quella italiana mantenuta dai migranti. Nel 2009 la seconda edizione "Io Suono Italiano?" lo ha visto interprete di più di 20.000 Km percorsi in camper attraverso l'Italia suonata alla scoperta delle nostre tradizioni musicali e all’incontro con quelle di alcuni popoli qui migrati. Diffonde le sue ricerche umano-musicali, per mezzo di riviste del settore musicale (Il Giornale della Musica, Folk Bulletin) dirette radiofoniche (Radio Popolare Network, Radio 2, Radio la Tribu Buenos Aires, fra le altre) dirette web televisive (C6.TV), lezioni e conferenze e attraverso il suo blog www.ilcamminodellamusica.it Gli spettacoli multimediali che costruisce con le sue esperienze di viaggio e musica sono ospitati in decine di città italiane e latino americane consentendogli di finanziare il suo cammino.

 

Gianluca Bonazzi è nato a Modena nel 1963, ma considera le sue radici vere quelle della Val Ceno, frequentata da bambino. Camminando per luoghi e arti semina, raccoglie e fa lievitare storie e relazioni. La Via Francigena e del Po, le Valli Ceno e Taro, in generale l' Italia di provincia, l'Associazione La Boscaglia e il Museo Bosco delle Cose di Ettore Guatelli stanno nel suo giardino di affetti e di creazioni. Nel 2008 ha pubblicato un taccuino dal titolo "PENSIERI VIANDANTI". Ha partecipato a tutto il Camminamare 2009, scrivendo un taccuino di acrostici legati a temi chiave del percorso. Nel prossimo cammino porterà vari spunti di riflessione sull' Italia del 'Boom'. Pensa che ogni trasformazione sia tanto più devastante quanto più poggia sul terreno flaccido della memoria inesistente. Sostiene che bisogna prima raggiungere la consapevolezza di sè stessi per poter decidere dove si vuole poi andare. Inneggia al ritorno del tempo dell' anima, fondamentale pietra angolare del legame paesaggio - economia.

 

Claudio Jaccarino, nato a La Spezia nel 1952, ha trasformato la "necessità interiore" di dipingere e disegnare in passione, lavoro e studio. Insegna nel Laboratorio di Cromografia della Comuna Baires, a Milano e in progetti sperimentali nelle Scuole. Testimone partecipe, restituisce su carta e su tela la propria visione soggettiva delle persone, del paesaggio, dei colori. "Possiamo cambiare il mondo cambiando i nostri pensieri": l'espressione pittorica di Claudio è insieme estetica ed etica. Un famoso samurai diceva: "Bisogna vedere con forza, guardare con dolcezza". La pittura è un’esperienza di esplorazione - non soltanto visiva, ma anche tattile, uditiva, sinestetica - e un’esperienza di ambientamento, nel senso che il pittore si fa tutt'uno con il paesaggio, con il mondo che lo circonda, vi si installa e vi si trova a suo agio. Durante il CAMMINAMARE Liguria ha realizzato il quaderno di viaggio "Acquarell’andando. A piedi dai marmi Bianchi di Carrara ai Balzi Rossi " (edizioni La Memoria del Mondo). Ha partecipato al CAMMINAMARE 2009 Roma-Elba-Luni, dipingendo gli acquarelli che sono stati raccolti in un libro di imminente pubblicazione.

 

Benedetta Erbice, nata a Milano nel 1983, ama definirsi una comunicatrice ambientale: il suo intento è diffondere idee e conoscenze che favoriscano lo sviluppo locale sostenibile. Si è laureata in scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace; ha frequentato un master in economia e management dell'ambiente ed un corso per guida ambientale.

Si è occupata di responsabilità sociale di impresa, ma la passione per i viaggi l'ha sempre spinta ad approfondire le tematiche legate al turismo lento, visto come via per uno sviluppo socio-economico sostenibile; appassionata camminatrice, ha percorso il cammino di Santiago nel 2006 ed un tratto del camminAmare nel 2009. Attualmente alterna il lavoro di educatrice ambientale all’impegno organizzativo di GeMiTo e degli altri “cantieri della bassa velocità” in progetto in altre zone d’Italia.